-->

19 marzo 2015

Zeppole di San Giuseppe

Posted by Raggio di Sole at 19:00
Buona sera amici,
avete preparato le zeppole?? 
Nooo...male!!
Ma c'è ancora un pò ditempo per farlo!! ;)
Io ne ho preparata qualcuna...è la prima volta che le faccio, e sono decisamente molto brutte...
^_^

Ma la storia di questi buonissimi dolci chi la conosce?? 
Gironzolando un pò su internet ho scoperto che:
Le zeppole sono preparate con modalità leggermente diverse nelle varie regioni. In Italia meridionale è un dolce tipico della festa di San Giuseppe, in altre zone è invece un dolce carnevalesco. Esse, nascono come dolce conventuale: secondo alcuni nel convento di S.Gregorio Armeno, secondo altri in quello di Santa Patrizia. Ma c’è anche chi ne attribuisce “l’invenzione” alle monache della Croce di Lucca, o a quelle dello Splendore. La prima zeppola di San Giuseppe  che sia stata messa su carta risale comunque al 1837, ad opera del celebre gastronomo napoletano Ippolito Cavalcanti, Duca di Buonvicino.

Gli ingredienti principali sono la farina, lo zucchero, le uova, il burro e l'olio d'oliva, la crema pasticcera, una spolverata di zucchero a velo e le amarene sciroppate per la decorazione
 (le mie hanno una decorazione un pò più originale). 
^_^
Nella tradizione napoletana esistono due varianti di zeppole di San Giuseppe: 
fritte e al forno
E ora, si scatenerà il putiferio...
io le AMO al fornoooo!! :) 

Ma passiamo alla ricetta...
Su internet ci sono veramente tante ricette per preparare la pasta choux (o pasta per bignè), anche se poi il procedimento rimane sempre lo stesso. 

Io, per 4 zeppole, ho usato queste dosi:
90 ml di acqua
25 gr di burro
1 pizzico di sale
60 gr di farina 00
1 uovo
 
Il procedimento, mi è sembrato molto semplice, forse fortuna del principiante ;)
In una casseruola ho messo l'acqua, il sale e il burro a dadini, posto il tutto sul fuoco e portato ad ebollizione. Fuori dal fuoco ho aggiunto la farina, precedentemente setacciata, in un colpo solo e ho amalgamato il tutto. Ho fatto cuocere per un paio di minuti, il tempo necessario perché l'impasto si sia staccato dalle pareti formando un blocco unico. Fatto intiepidire l'impasto, ho aggiunto l'uovo, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno fino a farlo amalgamare completamente e fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Ho creato le "ciambelline" con il sacco a poche e infornato, in forno già caldo a 200°, per 20 minuti circa.

Su questo sito ho trovato un'altra ricetta (non l'ho scelta perchè usa veramente tante uova) e come procedere se si vogliono prarare le zeppole fritte.
Invece, qui, ho trovato una bella variante per ottenere delle zeppole al cioccolato!! Da provare anche queste...

Voi che mi dite, che ricetta usate?
Share this PostPin ThisShare on TumblrShare on Google PlusEmail This
Etichette , , ,

0 Commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...